Rivista Internazionale di Letteratura

La notte di Margot

 

 

Francesca Tuscano

 

 

Mimesis-Hebenon, Milano 2007
Pagine 80, Prezzo € 11,00

 

La notte di Margot è un libro nato, come dice l’autrice, «sotto la "pressione" del Maestro e Margherita» e «ripercorre, inconsapevolmente, la notte della trasformazione di Margherita in Margot, cioè in strega». L’amore, il male, l’odio, ma anche la volontà di capire e misurare il vuoto («l’aria che sta / tra il campo / e la gru»; «quell’intervallo / tra la rosa e il nespolo»; «la distanza / tra il sole / e il potere che dà / lo sbaglio»; «la necessaria misura / che sta tra il numero / e la sua realtà»), fanno di questa poesia un sofferto tentativo di ricostruzione affettiva, ricostruzione che, nell’aprirsi alla scrittura e al mondo, mantiene le distanze da quanto c’è di artefatto, come per esempio «i piccoloborghesi mostri / della critica militante, / del pensiero logico, / della poesia santificata», perché sa quale è «la distanza tra / un circolo letterario / e il sudore». Con questa concretezza e moralità, l’autrice non si svende alle parole, che in verità «sono nulla» e solo l’intensità e la profondità, la loro «nebulosa / sostanza», le «rende» «enormi»; come in questi versi nei quali la vita e le emozioni appaiono, attraverso una scrittura piana e matura, in tutta la loro complessità e ricchezza. (R.B.)

 

 

Francesca Tuscano è nata nel 1964. Si occupa di Comparatistica, soprattutto nell’ambito dei rapporti tra cultura russa e italiana, ma anche di bizantinistica, storia della traduzione, della musica, del teatro e del cinema. Ha insegnato Traduzione dal russo all’italiano all’Università per Stranieri di Perugia. Attualmente è dottoranda in Letterature Comparate presso l’Università degli Studi di Perugia, con una ricerca sulla presenza della cultura russa nell’opera di Pier Paolo Pasolini. Collabora come librettista con musicisti italiani e spagnoli. Ha pubblicato diversi saggi, un testo teatrale (in D. Margheriti, F. Tuscano, I diritti dei bambini, Rubbettino Soveria Mannelli 2005). Sue poesie sono state pubblicate nelle raccolte M.Y.T.O., (scritta con Damiano Vettore Fiscelli, Era Nuova Perugia 2003) e Terra e scrittura (Paideia Firenze 2005).